Iscriviti
 
26 Ottobre 2018

Voto di scambio: la riforma passa al Senato

 

Mercoledì 24 ottobre u.s. è stato approvato al Senato il DDL S. 510 con "Modifica dell'articolo 416-ter del codice penale in materia di voto di scambio politico-mafioso”.

Il provvedimento si propone di riformare la fattispecie, di rilievo "231” in virtù del richiamo contenuto all’art. 25-ter del Decreto, riscrivendo completamente la norma e aggravando notevolmente le pene.

Il testo proposto per l’art. 416-ter è il seguente: "(Scambio elettorale politico-mafioso) - Chiunque accetta, direttamente o a mezzo di intermediari, la promessa di procurare voti da parte di soggetti appartenenti alle associazioni di cui all'articolo 416-bis, in cambio dell'erogazione o della promessa di erogazione di denaro o di qualunque altra utilità o in cambio della disponibilità a soddisfare gli interessi o le esigenze dell'associazione mafiosa è punito con la pena stabilita nel primo comma dell'articolo 416-bis. La stessa pena si applica a chi promette di procurare voti nei casi di cui al primo comma. Se chi ha accettato la promessa di voti di cui al primo comma è eletto, la pena è aumentata della metà. In caso di condanna per i reati di cui al presente articolo, consegue sempre l'interdizione perpetua dai pubblici uffici".

Il DDL passa ora alla Camera per l’approvazione definitiva.


Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dall'Associazione AODV231.
Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "OK".
Ti invitiamo a leggere la nostra policy.


Info Esci OK