Iscriviti
 
22 Gennaio 2019

Whistleblowing e tool A.N.AC. “open source”

 


La pubblicazione del codice sorgente della piattaforma per l’invio di segnalazioni di fatti illeciti

Avv. Alessandra Fezza

Con comunicato del Presidente Cantone del 15 gennaio 2019, l’Autorità Nazionale Anticorruzione ha reso noto che "a partire dal 15 gennaio 2019 sarà disponibile per il riuso l’applicazione informatica "Whistleblower” per l’acquisizione e la gestione - nel rispetto delle garanzie di riservatezza previste dalla normativa vigente - delle segnalazioni di illeciti da parte dei pubblici dipendenti, così come raccomandato dal disposto dell’art. 54 bis, comma 5, del d.lgs. n. 165/2001 e previsto dalle Linee Guida di cui alla Determinazione n. 6 del 2015”.

In sostanza, trattasi della diffusione - con modalità open source e, quindi, con possibilità di fruizione da parte di "qualunque soggetto interessato senza ulteriore autorizzazione da parte di A.N.AC.” - della piattaforma informatica, predisposta ...




Il seguito è riservato ai soci  [ Accedi ]
Oppure se vuoi diventare socio [ Compila il modulo » ]
Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dall'Associazione AODV231.
Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "OK".
Ti invitiamo a leggere la nostra policy.


Info Esci OK