Iscriviti
 
23 Gennaio 2020

CPI 2019: pubblicato il nuovo indice di Transparency

 

Come anticipato nei giorni scorsi, è stato pubblicato in data odierna il Corruption Perception Index 2019 di Transparency International (CPI 2019) che indica il livello di corruzione percepito in oltre 180 paesi nel mondo.


L’Italia guadagna due posizioni rispetto all’anno passato collocandosi al 51° posto nel ranking globale. Tuttavia il nostro Paese migliora di una sola unità il proprio punteggio, salendo da 52 a 53 punti. Ad avviso del Presidente di Ti-It, Virginio Carnevali, lo stallo è dovuto alla mancata regolamentazione del fenomeno del lobbying ed agli scandali occorsi nel settore appalti pubblici.


A livello mondiale la classifica è dominata da Danimarca e Nuova Zelanda come già nel 2018. Anche in coda troviamo ancora Somalia e Sud Sudan.

In Europa, sono altre nel ranking anche Finlandia e Svezia, mentre Bulgaria, Romania e Ungheria occupano le ultime tre posizioni della classifica continentale. Spiccano poi la caduta di Canada (-4 punti), Francia e Regno Unito (-3), mentre colpiscono in positivo la Spagna (+4) e la Grecia (+3).

L’11 febbraio 2020, a partire dalle ore 16.00, presso la sede dell’A.N.AC., tali dati saranno commentati dal Presidente di Ti-It, Virginio Carnevali e dal Presidente dell’Anticorruzione, Francesco Merloni.

 


Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito. Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "ACCETTO".
Leggi la cookie policy.