Iscriviti
 
2 Agosto 2019

Liquidazione del compenso del commissario giudiziale

 

Il Giudice, nella liquidazione del compenso del commissario giudiziale, deve fare riferimento "alle tariffe professionali esistenti, eventualmente concernenti materie analoghe, contemperate con la natura pubblicistica dell’incarico” senza poter utilizzare le tabelle relative ai curatori fallimentari. Con questo principio la Cassazione Civile, con sentenza n. 20375 depositata lo scorso 26 luglio, ha rigettato il ricorso di un commissario, nominato ex art. 45 D.Lgs. 231/2001, che aveva impugnato il provvedimento con cui il G.I.P. aveva determinato il suo onorario e le spese dell’incarico.

Nel caso in esame, il commissario 231 lamentava l’omessa applicazione dei decreti in materia di compensi spettanti ai curatori fallimentari e agli organi di procedure concorsuali (D.M. 570/1992 e D.M. 30/2012), nonché la mancata valutazione delle dimensioni dell’azienda commissariata.

Gli Ermellini, nel rigettare il ricorso, hanno avallato il criterio equitativo adottato dal G.I.P. nella determinazione delle spettanze. La natura eterogenea e diversificata dei compiti attribuiti al commissario, da parametrare alla finalità di prevenire la reiterazione dei reati, impedisce infatti un’equiparazione con le figure professionali sopra citate e, di conseguenza, osta all’applicazione in via analogica delle relative tabelle.

La Cassazione ha così ritenuto corretta la liquidazione del Giudice per le Indagini Preliminari che "ha avuto presenti le attività effettivamente espletate dal commissario e, alla luce di esse, ha ritenuto che la disciplina più pertinente fosse quella di cui al d.m. n. 140 del 2012 (riforma dei compensi professionali), concernente tra gli altri gli avvocati e i commercialisti; in tale contesto ha fatto specifico riferimento all'art. 19 del decreto, che disciplina, quanto ai commercialisti, gli incarichi di amministrazione e custodia di aziende; ha poi motivato in ordine alle grandezze aziendali considerate a fini parametrici”.

Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito. Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "ACCETTO".
Leggi la cookie policy.