Iscriviti
 
30 Agosto 2019

Autoriciclaggio per l’avvocato che reinveste il profitto della truffa al cliente

 

Con sentenza n. 36522 del 28 agosto scorso, la Corte di Cassazione si è pronunciata nuovamente sui requisiti dell’autoriciclaggio (argomento recentemente trattato da AODV231), soffermandosi in particolare sulla condotta di un avvocato.

 

Nel caso di specie, il legale aveva truffato una propria cliente, conseguendo un profitto di circa 700mila euro, parte dei quali reinvestiti in una società polacca che gestiva un’attività di ristorazione. Sottoposto a misura cautelare, ricorreva ...




Il seguito è riservato ai soci  [ Accedi ]
Oppure se vuoi diventare socio [ Compila il modulo » ]
Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito. Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "ACCETTO".
Leggi la cookie policy.