Iscriviti
 
8 Ottobre 2019

Insider trading: la pena complessiva deve essere proporzionata

 

"Anche in tema di insider trading e ne bis in idem, la disapplicazione della disciplina penale potrà avere luogo soltanto nell’ipotesi in cui la sanzione amministrativa già inflitta in via definitiva sia strutturata in maniera e misura tali da assorbire completamente il disvalore della condotta”. L’estrema afflittività delle sanzioni amministrative per condotte di abuso di informazioni privilegiate, in sintesi, può evitare quelle penali.

In questo senso va la sentenza n. 39999, del 30 settembre scorso, che si sofferma sul rapporto tra pene di diversa natura in caso di commissione del delitto di cui all’art. 184 del D.Lgs. 58/1998 (T.U.F.) (tema trattato a più riprese da AODV231 in relazione al delitto di market abuse).

La Consob, nel caso in esame, aveva riconosciuto un dirigente di una grossa azienda responsabile di insider trading, condannandolo in via definitiva, nel procedimento amministrativo, a 525mila euro di multa, nove mesi di interdizione e 1milione e 200mila euro di confisca.

Per le stesse condotte erano state altresì inflitte pesanti sanzioni penali: due anni di reclusione, 50mila euro di multa, misure interdittive e 1milione e 300mila euro di confisca.

La Cassazione ha annullato la sentenza di condanna in punto di pena, ritenendola nel complesso sproporzionata e rinviando alla Corte d’Appello per una nuova determinazione: "Nel valutare la proporzionalità della sanzione dovrà tenersi conto, con riguardo alla pena della multa, del meccanismo 'compensativo' previsto dall'art. 187-terdecies TUF, secondo cui, quando per lo stesso fatto è stata applicata a carico del reo o dell’ente una sanzione amministrativa pecuniaria ai sensi dell'articolo 187-septies, la esazione della pena pecuniaria e della sanzione pecuniaria dipendente da reato è limitata alla parte eccedente quella riscossa dall'autorità amministrativa”.

Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito. Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "ACCETTO".
Leggi la cookie policy.