Iscriviti
 
22 Gennaio 2020

Consob e Banca d’Italia intervengono sul rischio cyber

 

Con un comunicato stampa dello scorso 16 gennaio, Consob e Banca d’Italia hanno annunciato di aver intrapreso una strategia comune per rafforzare la sicurezza cibernetica del settore finanziario italiano, attraverso specifiche misure rivolte alle infrastrutture finanziarie.

 

Allo scopo di contrastare le minacce informatiche connesse con lo sviluppo delle nuove tecnologie e dell’economia digitale (che hanno portato anche all’introduzione di nuovi reati presupposto 231, come segnalato da AODV231), nonché di innalzare i livelli di sicurezza degli operatori finanziari, le due Autorità interverranno su regolamentazione e supervisione di sistemi di pagamento, depositari centrali e sedi di negoziazione dei titoli.

 

Verranno utilizzati sistemi di valutazione del rischio cyber quali le "Cyber Resilience Oversight Expectations for Financial Market Infrastructures” e il "Threat Intelligence-Based Ethical Red Teaming”, strumenti già sperimentati in ambito europeo.


Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito. Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "ACCETTO".
Leggi la cookie policy.