Iscriviti
 
4 Febbraio 2020

La discriminazione razziale giustifica il sequestro della radio

 

Per la Cassazione (sentenza n. 3722 del 29 gennaio scorso) è legittimo il sequestro preventivo degli impianti di diffusione delle trasmissioni di una radio il cui titolare è accusato, oltre che del reato di diffamazione, anche del delitto di propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale, etnica e religiosa (art. 604-bis c.p., idoneo a radicare la responsabilità degli enti ex art. 25-terdecies, D.Lgs. n. 231/2001).

Nel caso di specie, il Tribunale ...




Il seguito è riservato ai soci  [ Accedi ]
Oppure se vuoi diventare socio [ Compila il modulo » ]
Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito. Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "ACCETTO".
Leggi la cookie policy.