Iscriviti
 
26 Febbraio 2020

Antiriciclaggio: indicazioni dalla Banca d’Italia per gli operatori non finanziari

 

E’ stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 15 febbraio 2020 il provvedimento della Banca d’Italia contenente nuove disposizioni in materia di adeguata verifica della clientela e conservazione dei dati per gli operatori non finanziari.

Il documento dà attuazione alle norme contenute nel D.Lgs. 90/2017 che recepisce, come già illustrato da AODV231, la IV Direttiva Antiriciclaggio.

In base alle indicazioni di Bankitalia, il professionista è tenuto a distinguere varie classi di rischio per ogni cliente ed attuare di conseguenza misure di adeguata verifica ordinaria, semplificata o rafforzata. In quest’ultimo caso dovrà esser disposta l’acquisizione e valutazione di informazioni aggiuntive con una maggiore frequenza nel loro aggiornamento.

Diversi i fattori da prendere in considerazione nella valutazione di ciascun profilo. Tra questi: la prevalente attività svolta, il comportamento tenuto al momento dell’operazione del rapporto nonché l’area geografica di residenza o sede del cliente e del titolare effettivo.

Per il caso in cui non sia possibile rispettare le prescrizioni, infine, si richiede ai destinatari di non instaurare rapporti continuativi o non eseguire l’operazione, valutando altresì se effettuare una segnalazione alla UIF.


Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito. Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "ACCETTO".
Leggi la cookie policy.