Iscriviti
 
21 Maggio 2020

Infortunio sul lavoro da Covid-19: i nuovi dati INAIL

 

Lo scorso 8 maggio l’INAIL ha pubblicato un report aggiornato con i dati del contagio sul lavoro da Coronavirus (tema già trattato da AODV231).

Nel documento sono indicati 37.352 nuovi casi di Covid-19 denunciati tra la fine di febbraio e il 4 maggio, circa 9mila in più rispetto al precedente periodo di riferimento.

Il documento attesta come la maggiore esposizione al rischio sia in capo al personale sanitario e socio-assistenziale, con il 73,2% delle denunce e quasi il 40% dei casi mortali da tali settori.

Dall’analisi territoriale emerge poi come il 53,9% delle denunce sono concentrate nel Nord-Ovest, il 25,2% nel Nord-Est, il 12,5% al Centro, il 6% al Sud e il 2,4% nelle Isole.

Come ribadito di recente dall'Istituto (si veda AODV231), occorre tuttavia ricordare che l'infortunio INAIL ha valore esclusivamente previdenziale, posto che il datore di lavoro e l'ente non sarebbero automaticamente responsabili delle infezioni di origine professionale dovute al contagio da Coronavirus.


Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito. Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "ACCETTO".
Leggi la cookie policy.