Iscriviti
 
27 Luglio 2020

Favoreggiamento per chi copre il datore di lavoro

 

Risponde di favoreggiamento il lavoratore che mente al fine di proteggere il datore di lavoro e il responsabile della sicurezza in caso di infortunio di un collega (Cassazione n. 22253 del 23 luglio).

In primo e secondo grado un operaio era stato condannato per aver riferito il falso alla polizia giudiziaria sulle modalità di svolgimento di un sinistro in cantiere ai danni di un altro lavoratore. Le dichiarazioni erano state ritenute tali da sviare le indagini per lesioni personali colpose a carico degli apicali dell’ente.

I Giudici di legittimità hanno confermato la sentenza, ritenendo inammissibile il ricorso. In particolare, è stata rigettata l’interpretazione della difesa che riteneva che l’imputato avrebbe dichiarato il falso solo per il timore di essere licenziato.


Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito. Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "ACCETTO".
Leggi la cookie policy.