Iscriviti
 
14 Settembre 2020

Appalti: novità in materia di casellario e debiti fiscali

 

Lo scorso 29 luglio, l’Autorità Anticorruzione ha approvato la modifica al Regolamento per la gestione del Casellario Informatico dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, ai sensi dell’art. 213, comma 10, D.Lgs. 50/2016 (Codice degli Appalti).

Il provvedimento aggiunge, tra le annotazioni riservate alle stazioni appaltanti e agli organismi di attestazione, le comunicazioni relative "all’applicazione di misure cautelari nell’ambito di procedimenti per l’accertamento di reati correlati allo svolgimento dell’attività di impresa” (art. 8, comma 2, lett. l).

La novella ha anche inserito un nuovo art. 34-bis in tema di annotazione di misure cautelari a carico di persone fisiche che rivestono ruoli rilevanti ai sensi dell’art. 80, comma 3, del Codice, che prevede l'avvio di uno specifico procedimento volto a determinare il tenore della relativa iscrizione in Casellario e un termine di 15 giorni, concesso agli operatori economici, per presentare una memoria scritta.

Sempre in tema di appalti, lo scorso 10 settembre la Camera ha approvato in via definitiva la Legge di conversione del Decreto Semplificazioni (D.L. n. 76/2020), ora in attesa di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Tra le novità, si segnala la possibilità di esclusione dalle gare per le imprese che hanno debiti con il Fisco superiori a 5mila euro, anche se ancora provvisori.


Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito. Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "ACCETTO".
Leggi la cookie policy.