Iscriviti
 
12 Ottobre 2020

Responsabilità per infortuni e negligenza del lavoratore

 

La Suprema Corte torna a pronunciarsi sugli oneri a carico dell'imprenditore e coglie l'occasione per chiarire che l'obbligo di formazione non può essere escluso o surrogato dalla conoscenza personale del lavoratore.

La pronuncia (sentenza n. 27242/2020) ha così ribadito consolidati principi in materia di sicurezza sul lavoro.

Nel caso in esame, il dipendente era deceduto dopo essere stato travolto dal tronco che aveva appena abbattuto. I giudici, nel ricordare che il datore di lavoro risponde a titolo di colpa specifica dell'infortunio conseguente alla negligenza del dipendente, ne hanno confermato la condanna sul rilievo che non assume rilievo, in tal caso, "il comportamento imprudente posto in essere dei lavoratori non correttamente informati".


Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito. Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "ACCETTO".
Leggi la cookie policy.