Iscriviti
 
30 Ottobre 2020

Il whistleblower ha diritto di conoscere i motivi dell'archiviazione

 

Il whistleblower ha un interesse diretto a conoscere il provvedimento che decide in merito alle segnalazioni effettuate.

È questo il principio di diritto affermato dalla sentenza n. 10818/2020 del Tar Lazio, con cui l'A.N.AC. è stata condannata all'esibizione degli atti relativi alla denuncia.

Nel caso di specie, dopo aver ricevuto la segnalazione di un dipendente pubblico, l'Authority aveva archiviato il caso e rigettato la richiesta di accesso dell’interessato finalizzata a conoscere le ragioni della decisione.

Al segnalante veniva fornito uno stralcio della deliberazione di archiviazione ma non la documentazione alla base del provvedimento.

Con riguardo a quest'ultima, i giudici amministrativi hanno evidenziato che gli atti richiamati in motivazione devono ritenersi ostensibili.


Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito. Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "ACCETTO".
Leggi la cookie policy.